3 Libri che ci spiegano cosa pensiamo del lavoro

3 Libri che ci spiegano cosa pensiamo del lavoro

Il lavoro, e il nostro rapporto con esso, sta evolvendo. Giovedì, Google.org, il braccio filantropico del gigante tecnologico, ha annunciato un’iniziativa di 50 milioni di dollari per sostenere le organizzazioni che preparano le persone per il mutevole mercato del lavoro.

Le priorità degli impiegati stanno spostando e le aziende, in particolare nel mondo delle tecnologie, rispondono offrendo miglioramenti, tempi di flessione (come ora estiva) e altri vantaggi in-ufficio.

Nei tre romanzi qui di seguito, il tempo dei personaggi in ufficio interagisce con la propria vita personale in vari modi – in un caso l’ex minaccia di assorbire completamente quest’ultimo.

A Window Opens
Di Elisabeth Egan
370 pp. Simon & Schuster. (2015)

Quando incontriamo Alice Pearce, lei è “il più piccolo assenso” della sua capacità di ingaggiare il suo lavoro a tempo parziale – è l’editor di libri in una rivista femminile – con i suoi doveri di moglie e madre a tre bambini piccoli.

Questo equilibrio si è aggravato quando il marito decide di lasciare il suo studio legale per avviare la propria pratica, costringendo Alice a trovare un lavoro che li aiuterà nel tempo. Finisce a Scroll, un’azienda la cui missione è “reinventare la lettura del modo in cui Starbucks ha reinventato il caffè” creando salotti per i bibliophiles.

Alice diventa rapidamente travagliata e distratta, trovando il suo equilibrio tra lavoro e vita. Le osservazioni dell’autore di Scroll sono astute e divertenti e descrive realisticamente l’esperienza di essere una mamma lavoratrice.

Then We Came to The End
Di Joshua Ferris
400 pp. Piccolo, marrone e compagnia. (2007)

Impostato in un ufficio di pubblicità a Chicago, il romanzo di Joshua Ferris offre commenti brillanti sulla minuziosità quotidiana e la fatica di un ambiente aziendale.

Anche se il libro è scritto nel collettivo “noi”, un riflesso del gruppo che è stato forato nei dipendenti durante le riunioni di gruppo sui trucchi per vincere alle slot, un certo numero di personaggi sono introdotti in tutto il libro: un copywriter che scrive il suo primo romanzo, il direttore d’arte senior e pettegolezzo d’ufficio molti altri.

Le osservazioni di Ferris variano da droll – come quando descrive il bagaglio magnetico dei bagel di mattina gratis – triste. Una notte, ad esempio, il supervisore dei dipendenti si reca in ufficio per il sollievo prima di un’operazione imminente, confortata dalla familiarità di un incarico.

Mentre i lavoratori vengono licenziati e i dipendenti corrono per sviluppare un passo per un misterioso cliente pro bono, Ferris spiega le modalità con cui il lavoro può funzionare sia come fonte di benvenuto sia da stress dalla vita quotidiana.

The Circle
Di Dave Eggers
491 pp. Alfred A. Knopf / Libri di McSweeney. (2013)

In un momento in cui i behemoth tecnici stanno esercitando più influenza, potresti rivivere il romanzo semi-distopico di Dave Eggers su una giovane donna di nome Mae Holland, assunta da un’azienda denominata Circle, dove il credo è “Tutto ciò che succede deve essere conosciuto.

“Mae, un nuovo affittuario, è felice di partecipare agli sforzi della società per rendere la privacy obsoleta per ingraziarsi con i suoi capi.

Lei accetta, ad esempio, di “andare trasparente”, indossa una lente della telecamera per dare alle persone la possibilità di accedere alla vita 24 ore su 24.

Ma come il cerchio diventa una presenza sempre più intrusiva nella vita di Mae, Eggers utilizza la sua storia per esplorare come la tensione tra privacy e tecnologia possa influire sempre di più sul futuro del lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *